Oggi è 18/07/2018, 21:03




Apri un nuovo argomento Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 1 messaggio ] 
 Ambientazione 
Autore Messaggio

Iscritto il: 18/12/2008, 19:13
Messaggi: 76
Località: san giovanni valdarno
Messaggio Ambientazione
Il Richiamo di Cthulhu è il gioco tratto dalla fantasia letteraria del solitario di Providence: H.P. Lovecraft.
Lui immaginò che il nostro mondo in realtà fosse governato da antichissime divinità che spesso e volentieri si divertono a giocare con la vita e la sanità mentale dell'essere umano.
Un mondo non troppo dissimile dal mondo che conosciamo noi solo molto più cupo e triste in cui l'essere umano è spesso complice ma il più delle volte vittima della propria sorte.
Gli uomini, che vestono i panni di semplici investigatori, studiosi o religiosi, anche se non consapevoli del loro destino, ne sembrano comunque rassegnati, e di fronte agli eventi inspiegabili che gli si parano davanti, reagiscono nelle più disparate maniere facendo i conti con la loro Follia. Si trovano ad investigare su misteri e sparizioni apparentemente banali, i cui risvolti posso divenire tragici. Non è raro che sui loro passi incontrino creature poco amichevoli, che possono mettere a serio repentaglio le loro fragili vite. E' assai noto, che in questo gioco, morte o pazzia sono in agguato dietro semplici porte.

Il periodo storico scelto, è relativo ai primi anni venti.
Il mondo ha iniziato da poco a riprendersi dalla disastrosa Grande Guerra, la crisi post-guerra in Germania porta il marco a svalutarsi a tal punto che le banconote vengono usate come combustibile; inizia ad affermarsi l'egemonia di Hitler, e nessuno si aspetta quello che succederà.
In Italia Benito Mussolini inizia la sua ascesa al potere cominciano le opere di bonifica della maremma.
Negli Stati Uniti imperversa il perbenismo che porta alla legge sul proibizionismo. Nasce la musica jazz e le prime traversate oceaniche.

Moda:
In tutto il continente europeo, ma in special modo in Inghilterra, comincia a diffondersi l’idea del brutto e dell’osceno, e così le classi sociali più elevate della popolazione, in particolar modo gli adolescenti, decidono di distinguersi. Fanno sparire i bustini ritenuti soffocanti e antiquati, e spariscono anche le gonne e le sottovesti ritenute ingombranti e troppo pesanti, arrivano le maniche più strette e agevoli e spariscono definitivamente le gonne con la gabbia. Si sviluppa un nuovo stile: linee scivolate sui fianchi, le gonne corte quanto basta per mostrare le ginocchia, con taglio di capelli corto e maschile chiamato “La Garçonne”.
Le donne delle classi sociali meno agiate, devono sostituire gli uomini al lavoro quindi nascono i primi vestiti da lavoro femminili.
Per gli uomini gli abiti più in voga erano gessati e paltò, portati con camice con un caratteristico colletto: con becchi lunghi e stretti da portare con cravatta a nodo serrato e fermacravatta a spillo. Molto in voga sono ancora i cappelli soprattutto le bombette e il borsalino, acoppiati con scarpe di vernice nera con le ghette bianche sopra.

_________________
* Viviamo su una placida isola di ignoranza in mezzo ai neri mari dell'infinito, ed era destino che non dovessimo andare lontano.


08/10/2009, 22:25
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 1 messaggio ] 


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © phpBB Group.
Designed by Vjacheslav Trushkin for Free Forums/DivisionCore.
Traduzione Italiana phpBB.it