Vento del Cacciatore

Questo potere è utilizzato dai Magi Assamiti sui loro Guerrieri impegnati in missioni pericolose. Il Guerriero può mantenere l’attivazione del potere sospesa finché non abbia bisogno di utilizzarlo; in ogni momento il Mago può fargli conservare un numero di effetti “latenti” pari alla sua attuale Forza di Volontà. Il ricevente, naturalmente, non sa se la magia avrà effetto finché non proverà ad utilizzerla.

La sfida deve essere fatta sia dal Taumaturgo che dal Guerriero, in caso di fallimento del primo il potere non ha effetto, in caso di fallimento del secondo semplicemente non si attiva, ma si può ritentare l’attivazione il turno successivo. I Poteri devono essere attivati entro la notte in cui sono stati officiati.

Profumo dell’Inganno

1
A: Nessuna
E:

Quando questo potere è attivo, il ricevente può mascherare o nascondere completamente il suo odore.

C: 1 PS T: Nessuno S: Semplice D: Una scena

Pelle del Camaleonte

2
A: Nessuna
E:

Il soggetto può cambiare il colore della sua pelle come più gli aggrada. Se, ad esempio, si accosta ad un albero, la pelle assumerà l’aspetto della sua corteccia. Lievi movimenti sono possibili ma quelli più repentini saranno visti. La pelle altera il suo colore ma non la sua consistenza.

C: 1 PS T: Nessuno S: Semplice D: Una scena

Presenza Discreta

3
A: Nessuna
E:

Il soggetto usa questo potere per nascondersi tra la folla, non importa quale sia la sua taglia. Se ha successo, la gente semplicemente non nota l’Assamita, non importa quanto attentamente uno osservi.

C: 1 PS T: Nessuno S: Semplice D: Una scena

Boccata di Kalif

4
A: Nessuna
E:

L’Assamita altera le capacità percettive di quelli che lo circondano, cosicché essi sperimentano un potente stato allucinatorio che ne confonde i sensi, oppure restano fermi, preda di una forte euforia, comunque senza preoccuparsi di ciò che sta per fare l’Assamita. Un personaggio deve guardare direttamente l’Assamita quando l’effetto è attivato. Ogni ovvio pericolo desterà il soggetto dal sogno del “kalif”.

C: 1 PS T: Nessuno S: Semplice D: Una scena

Corpo di Fantasma

5
A: Nessuna
E:

L’Assamita che attiva questo potere può muoversi attraverso gli oggetti solidi, senza essere visto o udito.

L’Assamita diviene intangibile a tutti gli effetti e non può influenzare ciò che lo circonda, come questo non può influenzare lui. Nessuna altra disciplina può essere usata quando questo potere è utilizzato; ne esso permette di interagire con i fantasmi dell’Aldilà.

C: 3 PS T: Nessuno S: Semplice D: Una scena