Vicissitudine

Vicissitudine permette, a chi la conosce, di plasmare e scolpire carne ed ossa propri e altrui.

NB: Quando usata su mortali, ghoul, revenant, e vampiri di generazione uguale o superiore, gli effetti di questa disciplina sono permanenti; i vampiri di generazione inferiore curano le modifiche inflitte con vicissitudine come ferite aggravate. I Nosferatu e altri vampiri con simili deformità sono immuni alla vicissitudine atta a migliorare il loro aspetto. Per alcune azioni il master può richiedere delle conoscenze mediche.

Aspetto Malleabile

1
A: Body art
E: Un Vampiro con questo potere può alterare il proprio aspetto: altezza, voce, colore della pelle, ecc. Per copiare l’aspetto di qualcuno è necessario vincere una sfida Mentale su sociale della persona da imitare. È possibile inoltre, spendendo 1 WP, cercare di aumentare i propri tratti Sociali: si effettua una sfida statica, in caso di vittoria si guadagna un tratto Sociale permanente, ma in caso di pareggio o sconfitta se ne perde permanentemente uno.
C: 1 PS T: Variabile S: Mentale su Fisico D: Permanente

Scultura della Carne

2
A: Body art
E: Questo potere è simile al precedente, ma consente di modificare altre creature. Queste modifiche del corpo non provocano danni. Se si vuole copiare l’aspetto di qualcuno o aumentare i tratti Sociali seguire le indicazioni di “Aspetto Malleabile”, per diminuire i Sociali è sufficiente un pareggio, ma la sconfitta non farà guadagnare nulla.
C: 1 PS T: Variabile S: Mentale su Fisico D: Permanente

Scultura delle Ossa

3
A: Body art
E: Questo potere permette al vampiro di manipolare le ossa di ciascuna creatura. Con questo potere l’aspetto può essere cambiato in ogni forma e può essere usato per creare spuntoni che infliggeranno danni letali o altre modifiche da concordare con il Narratore. Se non usato insieme al potere “Scultura della Carne” il potere provoca ferite letali.
C: 1 PS T: Variabile S: Mentale su Fisico D: Permanente

Risvegliare la Forma Zulu

4
A: Nessuna
E: Gli Tzimisce usano questo potere per trasformarsi in orribili mostri, traendo un grosso vantaggio nella lotta.
Il vampiro cresce fino ad oltre due metri di altezza, la pelle diventa una pallida chitina grigio-verdastra, le braccia diventano nodose e simili a quelle di un gorilla, munite di artigli neri e frastagliati e il viso si deforma in qualcosa che pare uscito da un incubo. Per la sua bruttezza chi vuol guardare la trasformazione deve superare una sfida statica. In questa forma il vampiro acquista 6 tratti fisici aggiuntivi ma perde tutti i sociali; questo essere infligge due danni letali nelle risse. I Cainiti in questa forma si trovano in uno stato di frenesia controllata.
C: 2 PS T: 2 Turni S: Nessuna D: A volontà dell’utilizzatore

Forma di Sangue

5
A: Nessuna
E: Grazie a questo potere un vampiro può trasformare tutto o una parte del suo corpo in vitae senziente. Questo sangue è in tutto e per tutto identico alla normale vitae del vampiro. Se questo sangue viene bevuto del tutto oppure distrutto il vampiro va incontro alla morte ultima. Il vampiro può trasformarsi completamente o parzialmente a proprio piacimento. Ogni arto (testa, gamba, addome…) può essere convertito in un punto sangue. Il sangue può essere ritrasformato in una parte del corpo purché sia a contatto diretto con il vampiro. Un vampiro in questa forma è immune a qualsiasi attacco fisico, ma può essere bruciato o esposto alla luce del sole; egli è in grado di passare attraverso le fessure più strette, di gocciolare e di fluire. Inoltre, spendendo un WP è possibile rigenerare un arto perduto per altre causa (eccetto il fuoco).
C: Nessuno T: 1 Turno S: Nessuna D: A volontà dell’utilizzatore.