Concordato Toscano

Con la presente s’intende ufficializzare con valenza di verbale gli incontri occorsi nel mese di Giugno 2007, 514°anno del sabbat.

Le tre città s’impegnano a fornirsi vicendevolmente aiuti militari e appoggio per questioni di politica estera nella guerra contro i nostri nemici giurati, la camarilla di Pisa e Firenze.
Ogni volta che verranno intraprese azioni straordinarie (eccezione quindi fanno le normali attività di monitoraggio dei confini e contrasto delle influenze) contro queste città sarà buona norma la convocazione del consiglio dei tre Arcivescovi per saggiare i possibili vantaggi e aiuti ricavabili dall’alleanza.
La città di Lucca si impegna inoltre, per venire incontro alle volontà degli arcivescovati vicini e del diretto superiore il reverendissimo Prisco Mendoza, a non attaccare più direttamente la vicina città di Pisa.
E’ deciso inoltre che i branchi delle tre città siano sempre trattati come graditi ospiti finchè si comporteranno come tali.

Arcivescovo di Lucca
Leonardo Grimaldi, del clan Tzimisce

Arcivescovo di Volterra
Don Costantino, del clan Lasombra

Arcivescovo di Carrara
Alvaro Raimondo Gonzales, del Clan Lasombra