Le Furie

I membri di questa setta hanno la reputazione di fuorilegge: essi esistono al limite della società vampirica.

Le Furie, considerate caotiche e disorganizzate in realtà conoscono piuttosto bene le Sei Tradizioni, ma hanno deciso di spartire le loro esistenze con quelli che preferiscono muovervisi nel lato oscuro. Per quanto le Furie rinneghino l’autorità dei principi e dei vassalli, la loro società possiede una certa strutturazione, e chiunque riesca a superare i loro riti di iniziazione sarà il benvenuto. La loro regola non si basa sul terrore ma sull’astuzia e sono estremamente orgogliosi della loro abilità di risolvere le situazioni senza sollevare grossi polveroni.

Periodo ufficiale: Dall’800 fino alla fine del 1400

Principi ispiratori

1) Un Cainita vale per i suoi meriti e non per quelli del suo sire.
2) Astuzia prima di tutto.
3) Insinuarsi nella società al fine di controllarla.

Leggi:

La setta non ha leggi vere e proprie, il fatto stesso di appartenere ad essa crea un forte senso di coesione tra i membri, (solo in seguito si creerà una struttura molto più rigida che prenderà il nome di Sabbat).